Uranioimpoverito's Blog

un blog sull'uranio impoverito a cura di lorenzo pellegrini

Posts Tagged ‘risarcimento’

Ministero condannato a risarcire i danni biologici

Posted by lorenzo pellegrini su 7 ottobre 2010

da positanonews.it a questo link

 

Uranio impoverito, condannato il ministero a risarcire anche il danno biologico ai militari colpiti dal cancro per contaminazione.

 

Il Tar della Campania con la sentenza 17232 depositata il 5 agosto scorso ha condannato il ministero della Difesa a risarcire anche il danno biologico ai militari colpiti dal cancro per contaminazione da uranio impoverito.

Il militare colpito da un tumore dopo essere stato esposto all’uranio impoverito durante missioni all’estero deve essere risarcito dalla pubblica amministrazione anche del danno biologico.

Il Giudice, ha accolto la domanda di risarcimento di un militare che aveva sviluppato un tumore alla tiroide dopo aver operato in Kosovo tra il 2000 e il 2002. L’uomo aveva presentato una fitta documentazione medico legale che provava la dipendenza della sua patologia dall’esposizione all’uranio impoverito durante la sua permanenza nei Balcani, una sostanza radioattiva contenuta negli armamenti utilizzati dalle forze NATO durante la guerra in Kosovo del 1999. Il soldato aveva ricevuto l’equo indennizzo per infermità da causa di servizio, ma non il risarcimento per il danno biologico patito. La decisione del Tar partenopeo si inserisce nella delicata vicenda della cosiddetta “sindrome dei Balcani”, che ha visto decine di soldati impegnati nel conflitto NATO ammalarsi di patologie tumorali legate all’esposizione alle radiazioni. I giudici campani, dopo aver ribadito che la domanda di risarcimento rientrava pienamente nella giurisdizione amministrativa, in quanto la responsabilità dell’amministrazione era “correlata alla violazione dell’obbligo di tutelare l’integrità fisica e la personalità morale dei lavoratori dipendenti”, hanno condannato il Ministero della Difesa a risarcire il danno biologico sofferto dal militare.

Gli interessati ed i loro eredi potranno rivolgersi al sottoscritto Giovanni D’AGATA, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori che per il tramite di esperti provvederà a fornire tutte le delucidazioni in ordine alla documentazione che occorre approntare per introdurre eventuale giudizio davanti alle Sezioni Giurisdizionali preposte.

La stessa documentazione sarà esaminata e valutata in via assolutamente gratuita da un esperti e consulenti in materia.

Posted in uranio impoverito, depleted uranium, uranio empobrecito, uranium appauvri | Contrassegnato da tag: | 1 Comment »

l’Iraq chiederà il risarcimento?

Posted by lorenzo pellegrini su 2 febbraio 2010

Le oltre duemila tonnellate di proiettili a uranio impoverito,  che secondo varie fonti sono stati esplosi in Iraq, sarebbero la conseguenza diretta della crescita esponenziale dei casi di cancro e di malformazioni nei bambini. Per questo motivo il Ministro irakeno dei diritti umani Wijdan Mijail Salim ha annunciato due giorni fa che presenterà una interrogazione e una richiesta di risarcimento contro gli Stati Uniti e la Gran Bretagna per l’uso di uranio impoverito contro la popolazione civile.

La notizia è apparsa ieri sul sito internet iraniano presstv.ir

Posted in uranio impoverito, depleted uranium, uranio empobrecito, uranium appauvri | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

sentenza di risarcimento per una vittima da uranio impoverito

Posted by lorenzo pellegrini su 6 dicembre 2009

Il Ministero della Difesa è stato condannato dal Tribunale civile di Roma al risarcimento  di 1,4 milioni di euro ai familiari di un militare deceduto per probabile contaminazione da uranio impoverito.

Si tratta della seconda sentenza di questo tipo, dopo quella del  Tribunale di Firenze che risale a un anno fa.

Posted in uranio impoverito, depleted uranium, uranio empobrecito, uranium appauvri | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

uranio impoverito. Risarcimento di Stato

Posted by lorenzo pellegrini su 14 novembre 2009

E’ scaduto il 7 novembre scorso il termine per la presentazione della domanda di risarcimento per le conseguenze all’esposizione all’uranio impoverito, in base al decreto del Presidente della Repubblica n.37 del 3 marzo del 2009. Le prime indiscrezioni dicono che le domande presentate sarebbero circa 2000.

Secondo i “Principi generali” del Decreto, il provvedimento è riservato ai soggetti che abbiano
contratto
menomazioni all’integrita’ psicofisica permanentemente
invalidanti o a cui e’ conseguito il decesso, delle quali
l’esposizione e l’utilizzo di proiettili all’uranio impoverito e la
dispersione nell’ambiente di nano-particelle di minerali pesanti

prodotte da esplosione di materiale bellico abbiano costituito la
causa ovvero la concausa efficiente e determinante, e’ corrisposta
l’elargizione di cui all’articolo 5, commi 1 e 5 della legge 3 agosto
2004, n. 206.

i soggetti beneficiari sono:

a) il personale militare e civile italiano impiegato nelle
missioni militari all’estero;
b) il personale militare e civile italiano impiegato nei poligoni
di tiro e nei siti in cui vengono stoccati munizionamenti;
c) il personale militare e civile italiano impiegato nei teatri di
conflitto e nelle aree di cui alle lettere a) e b);
d) i cittadini italiani operanti nei settori della cooperazione
ovvero impiegati da organizzazioni non governative nell’ambito di
programmi aventi luogo nei teatri di conflitto e nelle aree di cui
alle lettere a) e b);
e) i cittadini italiani residenti nelle zone adiacenti alle basi
militari sul territorio nazionale presso le quali e’ conservato
munizionamento pesante o esplosivo e nelle aree di cui alla lettera
b). Per zone adiacenti si intendono quelle rientranti nella fascia di
territorio della larghezza di un 1,5 km, circostante al perimetro
delle basi militari o delle aree di cui alla lettera b);
f) il coniuge, il convivente e i figli superstiti dei soggetti di
cui alle lettere a), b), c), d) ed e) ovvero i fratelli conviventi e
a carico qualora siano gli unici superstiti, in caso di decesso a
seguito delle patologie di cui all’articolo 2, comma 78, della legge
24 dicembre 2007, n. 244.

La cifra messa a disposizione è pari a 30 milioni di Euro.

Riferiemento normativo:

Gazzetta Ufficiale N. 93 del 22 Aprile 2009

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 3 marzo 2009 , n. 37

Regolamento per la disciplina dei termini e delle modalita’ di riconoscimento di particolari infermita’ da cause di servizio per il personale impiegato nelle missioni militari all’estero, nei conflitti e nelle basi militari nazionali, a norma dell’articolo 2, commi 78 e 79, della legge 24 dicembre 2007, n. 244. (09G0045)

I dati ufficiali diffusi dai Ministeri coinvolti nella vicenda delle vittime italiane dell’uranio impoverito non corrispondono come sempre, a quelli continuamente aggiornati e diffusi dall’ex Maresciallo Domenico Leggiero, Presidente dell’osservatorio militare, secondo cui a maggio di quest’anno, i militari ammalati erano 2.540 e i morti 174. Molti, molti di più, rispetto ai numeri forniti il 12 dicembre 2007 dall’allora Ministro della Difesa Arturo Parisi davanti alla Seconda Commissione Parlamentare d’inchiesta. (Altraeconomia, nr.105,  maggio 2009, pagina 10).

Posted in uranio impoverito, depleted uranium, uranio empobrecito, uranium appauvri | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »